Regista, Attore, Autore, Illustratore

Raggiunta la maggiore età si ritrova con due passioni artistiche da trasformare in mestiere: il teatro e il disegno. Debutta come attore nel 1985 con “Lo specchio di Nausicaa”, prodotto da Teatro Prova di Bergamo, con regia di Tonino Conte e scenografie di Emanuele Luzzati. Nel 1987 si diploma alla Scuola del Fumetto di Calzolari e Guidetti a Milano.
Socio fondatore nel 1989 della Compagnia Erbamil, prosegue la sua formazione teatrale in laboratori con diversi maestri tra i quali Antonio Catalano, Pierre Byland, Marcello Magni, Giorgio Rossi, Eugenio Allegri. Nei 20 anni successivi lavora, non solo come attore, in quasi tutte le produzioni Erbamil, tra cui: “Rifiuti Umani” (523 repliche), “Animali” (con Coltelleria Einstein), “Bit generation” (scritto con Enzo Valeri Peruta, regia di Marcello Magni, Theatre de Complicité). La svolta arriva nel 2004 con “Manolibera”, in cui coniuga i linguaggi del teatro e del fumetto utilizzando la lavagna luminosa. Spettacolo quasi senza parole apre le porte alla distribuzione oltre confine partecipando al Fringe di Edimburgo nel 2006 e a festival in Europa, Africa, Asia ottenendo riconoscimenti internazionali.
Nel 2008 lascia Erbamil per co-fondare Retroscena, associazione che offre supporto tecnico-amministrativo a diversi nuclei artistici indipendenti. Tra questi c’è la compagnia teatrale da lui fondata con Federica Molteni, che nel giro di una decina d’anni produce 20 spettacoli, molti dei quali proseguono e sviluppano il lavoro di ricerca sulla fusione dei linguaggi. Il nucleo artistico, partito con una propensione verso il teatro ragazzi, si orienta col tempo verso temi e linguaggi più adatti ad un pubblico adulto.
Tra le più recenti pubblicazioni si distinguono “Superabile”, volume ispirato all’omonimo spettacolo del Teatro la Ribalta Akademie Kunst der Vielfalt/Accademia arte della diversità di Bolzano (regia e disegni di Michele Eynard, 2016) e la graphic novel “Il presente di Venturo” (edizioni Moltimedia, 2017).