"Saltamuretto - progetto per un Teatro di coesione sociale"

Nasce dall’incontro tra Albanoarte Teatro e artiste ed artisti che lavorano nel territorio bergamasco con il supporto produttivo di quattro compagnie operanti nella provincia di Bergamo: Luna e Gnac Teatro, Erbamil, Teatro Prova e La Pulce. Causa emergenza sanitaria si sono ritrovati a ripensare la propria realtà e metodologia dovuta alla cancellazione di laboratori, date della tournée, festival in programma, con conseguente danno economico, sociale e creativo. Per la prima volta dall’inizio delle attività di ciascun artista, scaturisce la necessità di un lavoro di condivisione per unire le forze progettuali, i propri pubblici di riferimento legati al territorio, la rete, le risorse professionali per realizzare un grande evento innovativo, per ritornare ad una compartecipazione del teatro dal vivo, per unificare una terra nel nome della cultura.

– Illustrazione di Giulia Cabrini

Saltamuretto si sviluppa in tre azioni consecutive e consequenziali nell’arco di due anni (2021/22).

  • L’inizio dei lavori è affidato a quattro dramaturg che, in un continuo e comune confronto, scrivono quattro testi che nascono da laboratori di drammaturgia condivisi in cui incontrano il territorio. I temi d’azione sono i medesimi e collaterali ai tempi: fragilità, isolamento, crisi delle relazioni e dell’essere umano. Tutto in chiave metaforica e con lo sguardo ad un cambiamento necessario. I quattro testi diversi nella scrittura ma chiaramente portatori di un messaggio unificante, saranno messi in scena da quattro compagnie teatrali professionistiche bergamasche che comporranno équipe in cui attrici, attori e maestranze si combineranno tra loro (Azione 1).
  • La distribuzione degli spettacoli, proposti al pubblico in modo gratuito e accompagnati da laboratori specifici di avvicinamento all’operazione, sarà coordinata da Albanoarte. Partendo dai Comuni delle Terre del Vescovado gli spettacoli gireranno innanzitutto nella provincia di Bergamo (Azione 2).
  • Dopo la tournée Marcello Magni creerà un nuovo ed unico spettacolo, raccogliendo dalle 4 produzioni artisti e suggestioni, rielaborando la messinscena che sarà distribuita a livello provinciale, regionale e nazionale (Azione 3).

Scarica il materiale