Supporta il progetto

Il mondo dello spettacolo con la musica ha ideato tante raccolte fondi a favore degli Ospedali. Adesso i lavoratori più fragili si sono rivelati proprio i primi... L'idea perciò che un infermiere aiuti la cultura con un'operazione creativa, qual è una canzone, è di certo emozionante e allo stesso tempo vuol far conoscere lo sforzo fin qui compiuto dal personale medico e sanitario. La canzone diviene inno di Saltamuretto e con la storia della sua composizione, seguirà la tournée in provincia di Bergamo

– Illustrazione di Giulia Cabrini

Reperire i fondi necessari a sostenere un progetto così articolato non è facile in un periodo in cui la richiesta di solidarietà è continua e pressante. Anche noi di Albanoarte Teatro insieme al Collettivo Arbièn abbiamo tentato un crowdfunding con Kickstarter (conclusosi il 27 gennaio 2021) ma non siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati e non possiamo nascondere che ci dispiace. Ma un lato positivo per cui essere soddisfatti c’è e vale tantissimo! In tanti avete sostenuto il nostro progetto, in questo periodo così difficile e già vi siete fatti avanti per continuare a farlo. Ebbene “Nessun secondo” è ormai lanciata e la potete acquistare sulle varie piattaforme musicali internet (da iTunes ad Amazon), ascoltarla su Spotify e vederla su YouTube. Contribuirete comunque ai progetti del Collettivo Arbièn! Albanoarte Teatro continuerà a portare la canzone ed i suoi importanti messaggi a più gente possibile e per sostenere il progetto e di conseguenza i lavoratori del mondo del teatro coinvolti in Saltamuretto, ad ogni spettacolo sarà presente un banchetto in cui trovare stampe grafiche (le immagini che avete trovato nel sito), disegni a mano a tiratura limitata, booklet e T-shirt con le bellissime illustrazioni dell’artista Giulia Cabrini. Grazie a questa raccolta fondi a sostegno della cultura si estende al pubblico quel gesto di solidarietà “al contrario” che un infermiere ha deciso di fare a favore dei lavoratori dello spettacolo.