Niente sesso siamo Inglesi

niente-sessoSabato 1 Novembre ore 21

Portato in scena ininterrottamente nel West End dal 1971 al 1987 con il record di 6761 rappresentazioni consecutive, “Niente sesso, siamo inglesi” è tra i più duraturi successi nella storia del moderno teatro inglese. E nel 1973 Cliff Owen ne diresse anche una divertente trasposizione cinematografica. In Italia la commedia scritta da Marriott e Foot fu portata in scena, per tre stagioni consecutive nella fortunata edizione di Garinei & Giovannini. Una commedia spumeggiante e scanzonata, che intende scardinare la facciata di perbenismo e apparenze che caratterizzava la società britannica del tempo.

Uno stimato direttore di banca riceve un pacco pieno di fotografie pornografiche. Il caso innesca un’esilarante serie di fraintendimenti, equivoci ed errori che coinvolge, a partire dalla famiglia del protagonista, l’intera piccola comunità urbana. Il meccanismo è piuttosto semplice, quasi elementare: uno sbaglio che mette in moto un’inarrestabile catena di scatole cinesi che si aprono e si chiudono a discapito degli inconsapevoli protagonisti.

Leggi tutto »

A pelle

Teatro e DintorniSabato 8 Novembre ore 21

“A pelle” è una storia senza tempo, senza luogo, senza convenzioni. È la storia d’amore di tutti. Di tutti coloro che la cercano da sempre. Di tutti quelli che non l’hanno ancora trovata. Di coloro che sono felici perché hanno accanto il compagno di una vota, la compagna di sempre. Non è una storia “trasgressiva”. Non è una storia scandalistica. Non ruba dalla cronaca quotidiana. Non c’è violenza, né fisica né mentale. Non è una storia “estrema”. È una storia d’amore. Una bella storia d’amore che come quasi tutte le storie d’amore, finisce male. Ma non perché si è traditi, né perché si è stanchi. Semplicemente perché la vita finisce e prima che accada è bello poter fare un bilancio di una bella storia d’amore e rendersi conto che ne è valsa davvero la pena. La pena di sopportare anche le piccole insofferenze quotidiane che la convivenza inevitabilmente genera, perché in fondo non era affatto una pena. Era la vita Leggi tutto »

L’abbraccio – Storie imperfette

10013078_498336266945041_2117295878_n[1]Sabato 8 Novembre ore 22,15

Un viaggio attraverso la storia di uomini e donne in un mondo intriso di relazioni e ricco di emozioni. Ognuno con la sua storia, il suo passato, le sue esperienze incontra ed affronta l’altro nella speranza di poter compensare il proprio bisogno d’amore. E proprio di un viaggio si tratta, di una partenza verso l’ignoto ma un ignoto che ci attrae, ci incuriosisce, ci appaga e ci trattiene …nonostante tutto;ma prima di partire è necessario chiedersi: chi sono, cosa sento, cosa voglio e dove voglio andare. Un viaggio che malgrado le difficoltà e le delusioni possiamo decidere di vivere con gioia e speranza, coraggio e fedeltà. Leggi tutto »

Un bès – Antonio Ligabue

Mario PerrottaSabato 15 Novembre ore 21

“Un bès… Dam un bès, uno solo! Che un giorno diventerà tutto splendido. Per me e per voi”.

Provo a chiudere gli occhi e immagino: io, così come sono, con i miei 40 passati, con la mia vita – quella che so di avere vissuto – ma senza un bacio, neanche uno. Mai.

Senza che le mie labbra ne abbiano incontrate altre, anche solo sfiorate. Senza tutto il resto che è comunione di carne e di spirito, senza neanche una carezza. Mai.

E allora mi vedo – io, così come sono – scendere per strada a elemosinarlo quel bacio, da chiunque, purché accada.

Ecco, questo m’interessa oggi di Antonio Ligabue: la sua solitudine, il suo stare al margine, anzi, oltre il margine – oltre il confine – là dove un bacio è un sogno, un’implorazione senza risposte che dura da tutta una vita. Voglio avere a che fare con l’uomo Antonio Ligabue, con il Toni, lo scemo del paese. Mi attrae e mi spiazza la coscienza che aveva di essere un rifiuto dell’umanità e, al contempo, un artista, perché questo doppio sentire gli lacerava l’anima: l’artista sapeva di meritarlo un bacio, ma il pazzo intanto lo elemosinava. Voglio stare anch’io sul confine e guardare gli altri. E, sempre sul confine, chiedermi qual è dentro e qual è fuori.

Leggi tutto »

Mister Voice

mister-voiceSabato 22 Novembre ore 21

Imitatore, Attore, Comico visto a “Striscia la Notizia”, “Markette”, “Chiambretti Night”, “Glob” e “Zelig”. Camaleontico e trasformista, con una formidabile mimica facciale ha dato vita alle sue personalissime imitazioni di Di Pietro, Pozzetto, Vissani, Bossi, Celentano, Zucchero, Sgarbi e tantissimi altri. Sua la voce dello Spot tormentone del “12.40” in onda su tv e radio nazionali. Fa parte del cast fisso di “Ciao Belli” in onda tutti i giorni dalle 13 alle 14 su Radio Deejay.

Claudio Lauretta si esibisce nello show “Mister Voice” tenendo sempre alta l’attenzione dello spettatore, il quale, rimane sbalordito della grande presenza scenica dell’artista che alterna in sequenza, monologhi, imitazioni e canzoni, accompagnato da un talentuoso chitarrista dalla verve comica irresistibile: il Maestro Sandro Picollo che recita la parte di quello, che in quel momento,vorrebbe essere altrove. Leggi tutto »

Danzare è parlare in silenzio

Je danseSabato 29 Novembre ore 21

Come poter raccontare in sintesi un libro mitico perché celeberrimo, studiato a Scuola o reso immortale dal mondo del cinema o dell’arte? Ma soprattutto come poterlo narrare a tutti, in una sola lingua comprensibile a qualsiasi straniero? Sicuramente non utilizzando l’esperanto o la ben più difficile lingua dei segni… ma quest’ultima ci viene in aiuto. Il linguaggio internazionale della Danza, del movimento di ogni singolo muscolo del corpo umano all’insegna della grazia o dell’energia, serve in questo spettacolo per entrare in punta di piedi nel mondo della letteratura. Le maestre ed i maestri della Scuola Je Danse interpretano con coreografie realizzate per l’occasione, capolavori come: Don Chisciotte della Mancha, It, Il ritratto di Dorian Gray, Il Signore degli Anelli, Il Giornalino di Giamburrasca, 1984, ecc. ecc.

Leggi tutto »