A pelle

Teatro e DintorniSabato 8 Novembre ore 21

“A pelle” è una storia senza tempo, senza luogo, senza convenzioni. È la storia d’amore di tutti. Di tutti coloro che la cercano da sempre. Di tutti quelli che non l’hanno ancora trovata. Di coloro che sono felici perché hanno accanto il compagno di una vota, la compagna di sempre. Non è una storia “trasgressiva”. Non è una storia scandalistica. Non ruba dalla cronaca quotidiana. Non c’è violenza, né fisica né mentale. Non è una storia “estrema”. È una storia d’amore. Una bella storia d’amore che come quasi tutte le storie d’amore, finisce male. Ma non perché si è traditi, né perché si è stanchi. Semplicemente perché la vita finisce e prima che accada è bello poter fare un bilancio di una bella storia d’amore e rendersi conto che ne è valsa davvero la pena. La pena di sopportare anche le piccole insofferenze quotidiane che la convivenza inevitabilmente genera, perché in fondo non era affatto una pena. Era la vitaLa serena e turbolenta vita di una coppia. “A pelle” è un’allegoria, tutto è simbolico, a partire dai nomi dei protagonisti che riecheggiano la prima coppia apparsa sulla terra, da quello che la storia ci ha tramandato. È la storia di una vita insieme, attraverso una buona metà di secolo. È il resoconto di un amore profondo, sincero, goliardico, difficile, meraviglioso. E le numerose, vibranti, scene di combattimento sono la lotta per la vita, per la memoria, per la freschezza di un amore che non è invecchiato con gli anni. La lotta di chi si difende perché vuole restare e di chi aggredisce perché vuole che l’altro resti, perché se il corpo ha una data di fine, il sentimento resta nelle cose, negli odori, nelle canzoni, finché tutto sarà finito, e finché non resterà neanche una persona a garantire la memoria. “A pelle” fa piangere perché è una bella storia d’amore senza tempo, senza luogo e perché tutti noi vorremmo avere una storia che sia senza tempo e senza luogo.

Sabato 8 Novembre ore 21

Teatro & Dintorni

A pelle

Atto unico di Patrizio Cigliano – Con Giulio Foglieni e Aquilina Gaini – Presentazione Giovanna Garattini – Consulenza regia e musicale Simone Tabaldi – luci e assistenza tecnica Daniel Dossena

Produzione Compagnia Teatrale “Teatro & Dintorni” di Bolgare